5a Conferenza europea sul plurilinguismo

23-24 maggio 2019 - Bucarest

Presentazione dei documenti

Il plurilinguismo nello sviluppo sostenibile:

La dimensione nascosta

Scaricare odt, docx, pdf

Abstract

L'UNESCO ci ricorda che la diversità linguistica e il multilinguismo sono essenziali per lo sviluppo sostenibile, ma l'attenzione è rivolta alle lingue in via di estinzione e pone la salvaguardia della diversità linguistica sullo stesso piano della biodiversità. La questione delle lingue a rischio estinzione è in effetti essenziale, e alcuni studi suggeriscono che la scomparsa delle lingue comporta rischi significativi per la conservazione della biodiversità. Ciò che vogliamo far emergere è che le lingue entrano in gioco in tutti i processi economici, sociali e culturali che sono alla base dello sviluppo. Cultura, educazione e salute sono i principali fattori di sviluppo la cui accumulazione di capitale è più una conseguenza che una causa, e ovunque ci si trovi nel mondo, possiamo affermarlo, il ruolo del linguaggio è onnipresente. Che si tratti di povertà, realizzazione personale, ascesa sociale, coesione sociale, circolazione di conoscenze e idee, sviluppo territoriale, identità, performance economica, migrazioni, rivoluzione digitale, di guerra e di pace, ritroviamo sempre, a vari livelli, alcune domande sul linguaggio. Le lingue sono quindi la dimensione nascosta dello sviluppo sostenibile che spetta a noi di fare emergere. Naturalmente, le politiche linguistiche, quando esistono, non sono neutrali. Dobbiamo quindi cercare di rispondere alla domanda: come possono le politiche linguistiche contribuire allo sviluppo sostenibile?

In alto